Detesto le prefazioni • "Non leggermi"

Mallarmé ad un autore inedito che gli chiedeva un testo di presentazione o di sostegno: “Detesto le prefazioni anche se scritte dall’autore, a maggior ragione trovo deplorevoli quelle aggiunte da altri. Un vero libro, mio caro, non ha bisogno di presentazioni, procede per colpi di fulmine come la donna con l’amante, senza l’aiuto di un terzo, il marito…”. In tutto altro senso ho scritto: “Noli me legere” . Divieto di lettura che annuncia all’autore il suo congedo: “Non leggermi”. “Sopravvivo come testo da leggere solo grazie alla consumazione che, scrivendo, ti ha lentamente sottratto l’essere”. “Non saprai mai ciò che hai scritto, anche se non hai scritto che per saperlo”.

[Maurice Blanchot, Après coup, Les Editions Minuit 1983]

SHUMILLA.

SHUMILLA.
SHUMILLA. I nuovi oggetti d’amore in Uh Magazine

lunedì 23 gennaio 2017

Le Juste Milieu de Mila ▌



LE ROSEAU ET LA ROSE, LE TUYAU E LE JUSTE MILIEU DE MILA

di V.S. Gaudio 

La canne è anche “roseau”, la “rosière” è la “ragazza che ha otteunuto un premio di virtù”, la ragazza virtuosa, anche se in argot è tutto il contrario, è la “Rosière de Saint-Lago”, una puttana; l’assonanza con “roselier”, che è il canneto, dove in effetti si trova “incannata”, Mila rinvia alla “rose”, che, priva del dittongo “au” finale, che è anche quello di “tuyau”, che è “canna”, questo “long tube dans lequel passe un liquide, un gaz”, fa tanto, non ci sono dubbi, “rose des vents”, derrière. Tenuto conto che “tuyau”, in argot,è anche “gosier”, cioè la gola, la strozza, la canna,come, d’altronde, essendo “couloir” il colatoio o il canalone si può sostenere che sia “couloire”, che è sempre un colatoio ma che,in argot, è il “braquemart”, cioè le canal, la canne, le cas, e visto che Mila, tenuta tra le canne, ne ha una, di roseau, in mezzo alla “rose”, cioè nel gosier, nella strozza, du derrière, che,lo si sa, è anche la canonnière, che ha sempre a che fare con la “canne”, senza dimenticare che la gosse, la ragazza, s’appelle Mila, giusto in mezzo alle canne, le “juste milieu” o le milieu de Mila est le cadran (lunaire ou solaire) in cui si vede il passaggio al meridiano (la canna) del Milieu di Mila, o il passaggio au juste milieu, al Medio Cielo, di Mila.Il giusto mezzo, o la via di mezzo, di Mila è quello il meridiano, la sua longitudine, che ha nella “strozza”, nel tuyau, du derrière, insomma, non è un caso , ce n’est pas un cas, è lì che Mila si tiene, se tient dans le juste milieu, sta, si mantiene, nella strozza, nella via di mezzo, insomma garde le juste milieu, tanto che, finalmente, le “département du Bas-Rhin” sarà ora, per Mila, le “département du Gard”, dove dovrebbe trovarsi quel roselier che incanna le département du Gard de Mila.Mila au milieu de roseaux garde le juste milieu, ogni qualvolta au juste milieu du poète se tient l’analemma esponenziale della canna (Mila tient le milieu entre le cannes, juste ciel “sta tra le canne”…) qu’incanne le juste milieu de Mila: le département du Gard avec la canne qui se vise juste au juste milieu (il deretano con la canna che si mira giusto al mezzo cielo, nella via di mezzo,al meridiano).La justesse de Mila: au milieu de Mila il y a le méridien du poète, au beau milieu, nel bel mezzo, di Mila, le point(milieu) de « Mullar »,la machine-à-moulure de Mila qui moulle et mouille le moule, l’anima, du poète.

Posté par v.s.gaudio, jeudi 10 juin 2010 | http://static.canalblog.com/sharedDocs/images/comment_like.gif canalblog|

sabato 21 gennaio 2017

Marisa Aino ● La luce bianca e il punto

Marisa Aino
La luce bianca e il punto
1.
arranca piatta
scivola contro la luce bianca
raccoglie il rosso il verde il giallo
si tocca si allontana si sovrappone
ricomincia
instradato dalla luce
scopre il proprio corpo

2.
finito lo scambio
ha inviato
linee curve per lei
un po’ rigida
ha anche parlato
ha dimostrato di ignorare
quadrati triangoli
linee rette con la figura del cerchio
all’unisono ha inserito il punto


da: MARISA G. AINOIL RODAGGIO DELL’IDENTITA’  “L’Assedio della Poesia” n.2-3, Napoli aprile-settembre 1988

mercoledì 18 gennaio 2017

Beckettiana sull'usura di Ezra Pound ░ La Stimmung di V.S. Gaudio per "Affari poetici-Una poesia in dono"

Beckettiana sull’usura di Ezra Pound.
░ Stimmung di V.S.Gaudio per “Affari poetici-Una poesia in dono

Con usura disse in capo a quale torretta
l’occhio ha una solida  pietra squadrata e liscia
l’estremo limite del niente fin fond du néant
per istoriarne la facciata la tête, ce ne fut que
dans ta tête tutto sommato tout compte fait
senza contare i quarti d’ora nessuno vede
dei Gonzaga eredi e concubine
non si fa pittura per tenersi arte in casa
ma per vendere, vendere presto il tuo pane
e la pietra immagina se un bel giorno questo
immagina se questo, un giorno questo
un bel giorno come carta questo senza segala
né farina di grano duro il tuo pane
sarà straccio vieto con usura il tratto
falsa i confini ch’ogni cosa
pur nell’essere ogni cosa
dunque quella là, même celle-là
lungo tutta la spiaggia alla fine
del giorno la lana non giunge
al mercato fin quando le pecore
non rendono allora nessun suono
solo l’usura spunta in mano alle fanciulle
con quanto da dire con l’ago o chi fila
e confonde la tela nel telaio e l’arte
l’artigiano non lascia che il tempo
sui piedi floscio sul dorso che sull’uno
e l’altro, meglio sul proprio culo
si faccia teatro che fa un bel casino
l’usura arrugginisce i coglioni, chiedi al pensiero
vivi e cancella ogni giorno che sia
asciuga la vita, l’esserci che già sbava
dipingimela con usura, metti oro nell’ordito
il cielo incidi sulla soglia, in una stanza
un furfante o la speranza voi che entrate
nella paranza, che vuoto cuore colmo
di sozzura e usura sei, per quanto cedi
il letto a vecchi decrepiti e ti frapponi
tra i giovani sposi ad Eleusi la voce che
dice han portato puttane e ospiti d’usura
i denari di Genova, perché il denaro scarseggiava
in novembre a causa delle tasse, cambi e scambi
impedendo il legittimo consumo di diecimila
scudi basati sui pascoli ai quattro buoi pingui
lucidano ben bene il sedere e li agghindano
per servire il nano nonagenario, un leprotto di chimere
a secco e sopra sei teste di leone, aquile d’oro,
gli stendardi delle contrade, son callipigie le donne
di Siena per via delle salite, per il continuo arrancare
per via dell’allure un po’ di sbieco al bue
che sta lì davanti gli han pulito il sedere per bene
quocumque aliunde tra beni immobili, l’unicorno
e gli altarini sul credito dell’intero popolo
nel nome dell’ Onnipotente e della gloriosa Vergine
Maria Avvocata Nostra salpò da Siracusa
senza denaro a bordo, tagliò le vele e scaricò il petrolio
una notte  che l’anima finalmente le si era
incagliata a Malta, l’anima con un’entrata di 10.000 scudi
nella parrocchia di San Giovanni in Aino che potevasi
e non legare al Monte Pio e ai suoi successori della
Commenda Gerosolimitana quando si sentì dire
di averne ancora per pochi momenti non volle crederci
le azioni sono luoghi di Monte, parcelle di terreno
a 100 scudi l’una manco fosse una bisaccia tanto che
così davano 10 scudi all’anno finché il Monte durava
così la vita prese a sorridergli con tutti i suoi denti
la base era il frutto della natura e la volontà
dell’intero popolo anche di notte l’ombra del Sereno Dux
e le sue tutrici e i signori deputati e la Gloriosa Vergine
convocati in riunione nel Consiglio Generale di 117
Consiglieri nella Sala Callipigia del Mappamondo
a suono di campana e voce di banditore
le azioni del Monte rendevano il 20% all’anno
per via del culo delle senesi callipige  e del sedere
dei buoi e dell’auctum senis in Parrochia S. Joannis
e della signora Margurita de Pecora Gallo che rimossa
dal registro delle puttane della città di Siena venga
mandata a Roma con 4376 scudi per erigere un Monte
a beneficio pubblico e privato e facilitarla sia lecito
e giustificato fino alla somma di dugentomila scudi
di capitale per frutti di venticinque per cento che sono
cinquantamila l’anno sopra l’entrate dell’offitio de Paschi
di detta città detta somma alla sopradetta Margurita
la puttana da qualche parte lì fuori, proprio come se
come se, qualcosa, giungendo più nulla
nuovamente lo serra, qualcosa lì da qualche parte li fuori
colà, secondo lo stile senese l’anno inizia a marzo,
tanto che a dicembre per prosciugare la maremma
1000 scudi bastano e avanzano, 2000 per riparare
la via Aurelia, per così tanto poco, di nuovo
marzo allora, di nuovo, per così
tanto poco, con 80 milioni di lire prebelliche
facciamo il ponte sullo Stretto
lungo tutta la spiaggia, alla fine del giorno
allora nessun suono, fin quando non richiesti
riprendono i passi, a dicembre unico suono
unico lungo suono, lungo tutta la spiaggia
alla fine del giorno con usura, nessuno ha
una solida casa di pietra squadrata e liscia
con usura non v’è angelo Stuart che con quel
podice a pascolo, se la Banca del pascolo
fu fatta Signoria, il culo callipigio del pascolo
l’avrebbero fatto Ducato

!  V.S.Gaudio
24-26 novembre 2016


sabato 14 gennaio 2017

Carlo Villa scrive a Marisa Aino ▌Cartolina per "Cocktail Montale"

Carlo Villa scrive a Marisa Aino
su cartolina "Week-end:un racconto"
roma 12 giugno 1986

Comunicazione di richiesta di conferma indirizzo
per il Premio Montale e auspici per incontro
al Cocktail del Premio

giovedì 12 gennaio 2017

Carlo Villa scrive a Marisa Aino ▌Pieghevole Montale e silenzio di Marisa Aino

Carlo Villa scrive a Marisa Aino
su pieghevole "Premio Internazionale Montale" 
di cui è segretario con voto
22 marzo 1986

Marisa Aino riceve il biglietto di Carlo Villa il 27 marzo 1986:
"Come mai tanto silenzio?"

mercoledì 11 gennaio 2017

La Gioconda ░ 29


Jane Fonda

v.s.gaudio  La Gioconda

│La pagina iniziale del saggio di v.s.gaudio 
la battana 191 anno L fiume-rijeka gennaio-marzo 2014

$Leggi anche on▬ youblisher 
l’ebook La Gioconda by v.s.gaudio

venerdì 6 gennaio 2017

Hugo Ball▐ Karawane

Hugo Ball, Karawane, 1917




Philippe Soupault▐ Flamme

Philippe Soupault, “Flamme”, in Dada, n°3, Zurich, 1918.

Hugo Ball▐ Manifeste Dada, 14 juillet 1916

“ Dada est une nouvelle tendance artistique, on s'en rend bien compte, puisque, jusqu'à aujourd'hui, personne n'en savait rien et que demain tout Zurich en parlera. Dada a son origine dans le dictionnaire. C'est terriblement simple. En français cela signifie « cheval de bois ». En allemand « va te faire, au revoir, à la prochaine ». En roumain « oui en effet, vous avez raison, c'est ça, d'accord, vraiment, on s'en occupe », etc. C'est un mot international. Seulement un mot et ce mot comme mouvement.

(…)
Hugo Ball. Manifeste Dada, 14 juillet 1916

http://archives-dada.tumblr.com/post/30316114337/hugo-ball-manifeste-dada-14-juillet-1916

venerdì 30 dicembre 2016

Parrottologia e genealogia di Ayn.



In via del Lutri (= dell’utri=dell’otre=dell’utero) aprirono il commercio ad uso infantile a nome della “Cicogna” nel paese delle Tre Bisacce ( che come superficie è stata resa esattamente alla misura agraria anticamente in uso a Palermo, l’agro provinciale del brigante Salvatore Giuliano, quello della farina nelle bisacce sul ciuccio) due “figlie” di Ayn per via della sorgente o dell’otre? Parrottologia e Genealogia di  Ayn


giovedì 29 dicembre 2016

La Gioconda ░ 28

 Margaux Hemingway 
1980 photo by Jean- Claude Deutsch
v.s.gaudio  La Gioconda
│La pagina iniziale del saggio di v.s.gaudio 
la battana 191 anno L fiume-rijeka gennaio-marzo 2014


$Leggi anche on▬ youblisher 
l’ebook La Gioconda by v.s.gaudio

domenica 25 dicembre 2016

La Gioconda ░ 27

Sophia Loren

v.s.gaudio  La Gioconda

│La pagina iniziale del saggio di v.s.gaudio 
la battana 191 anno L fiume-rijeka gennaio-marzo 2014
$Leggi anche on▬ youblisher 
l’ebook La Gioconda by v.s.gaudio

sabato 24 dicembre 2016

venerdì 23 dicembre 2016

Patti Smith e il Manualino di Mnemonica... (dimenticato) per "Topolino".

Parrottologia
Chiosa di Vuesse Gaudio

Ho letto che Patti non ricordava le parole e mi è tornato in mente che nel secolo scorso avevamo in programma per “Topolino” uno Mnemomanualino e poi ho avuto un vuoto di memoria e mi sono commosso. E naturalmente hanno dimenticato di pagarmi.
!L’astrotest dei Gemelli invece Vuesse Gaudio-Paperinik 
si ricordò di farlo: eccolo per Bob Dylan!

La letteratura postale e la raccomandata a mano.

Parrottologia
Chiosa della  postina
Pur essendo una raccomandata a mano non ha alcun valore legale. 
La letteratura postale fa testo.


giovedì 22 dicembre 2016

La lettera del cantante e la figura della letteratura.

Parrottologia
Chiosa della stessa delegata

Meno male che almeno la lettera di Bob gliel’ho consegnata brevi manu
altrimenti che figura ci faceva la letteratura!


mercoledì 21 dicembre 2016

Postulato di Patti Smith.

Parrottologia
Postulato di Patti Smith
Se vai a ritirare il Premio per la Letteratura a un cantante 
e poi devi cantargliela pure di sicuro non ti ricordi le lettere.


martedì 20 dicembre 2016

venerdì 16 dicembre 2016

La Stimmung con Seamus Heaney ⁞ Immersive Flight by Parrot Drones

Nella photostimmung: 
sotto l’Ebertin a 90° 
il poeta con Marisa Aino
nel Giardino Zen dell’Arancia
Volo che come ascolto familiare
fin quando sempre uguale
volo non torna a intonare
il tuo nome nel tuo Giardino Zen
dell’Arancia lì puoi sentire spiccare
il volo chiamandoti seduto forse
sulla grande pietra quadrata
che non è di legno, né è lobo
o laringe dei luoghi muschiosi
correndo lungo il sentiero dal
cancello fino alla porta e la casa
è ormai diroccata come il tuo nome
forse chiamandoti fuori dal
lato del mulino e dell’acqua e
della ruota questo è il volo
in cui ci si tuffa fra i campi
fin dove scorre il Saraceno

Stimmung con Seamus Heaney
in memoria
a  Mio Nonno "Parròt"