Post

POSTPLUS↓

Che dove.Bragalliana

Immagine
Le tableau vivant quoi où, i tablò rruar që ku
Maruzia, tutta tenuta nel subligacŭlum, magnifica adlectatio nelle calzebraghe nere, giumenta imbragallata nel Kuja, questo suono inarticolato, un gemere sotto, aggiunto, che adesca, il verso muto sublecto, che innerva sul monte,maru, ed è succoso, isa, mah, magnifico, ris, che strappa, is, che getta e desidera, è nello spazio che illumina col suo bagliore ainico, marr anijdë, in un ristorante o il retro, una camera d’albergo o una stalla, una stanza in un casolare, una chiesa o dietro un po’ al riparo, anche in una camera da letto, con flebile illuminazione, circondata d’ombra, la postazione di Maruzia con l’armure fatta di farsetto, calzebraghe, arnese caposaldo difensivo e mutande di seta sul culo sibarita e scarpe Genny, tutto nel segno della misura sibarita e del bagliore ainico,lo splendore che riflette il pracht di Bragalla, la corporalità di lusso tra il superbo del capolavoro e della perla, come prachtstuk, per come usa le mutande…

Ci fu un tempo che i poeti bevevano Ghemme.

Immagine
│Legge del tempo di quel Ghemme a Torino Ci fu un tempo che i poeti bevevano Ghemme anche a Capodanno. Alla “Tinera” di Torino.
Corollari 1. A Capodanno se non sei a Torino non bevi Ghemme. 2. A Torino non bevi Ghemme se non c’è più quel tempo. 3. A Torino il ristorante “La Tinera” non c’è più. 4. A Capodanno, di questi tempi, che ci vado a fare a Torino? 5. A Capodanno, ammesso che ci sia Ghemme da bere e non sei a Torino, non è meglio un pompino?

Ai poeti piace il volley femminile.

Immagine
Legge del Volley Ai poeti piace guardare il volley femminile.
Corollari 1.Anche a V.S.Gaudio quel che gli piace  del volley è il volley femminile . 2.Chi non guarda il volley femminile non è poeta. 3.Chi guarda il volley maschile non è poeta lo stesso. 4.La parola più poetica per le pallavoliste è “podice”, la più frequente nelle divagazioni sportive di V.S. Gaudio.

Franco Verdi│Espresso per V.S.Gaudio

Immagine

Simonetta Molinari ▬ L'anima liquida di Tristano

Immagine
L’anima liquida di Tristano
meditavo conato di vomito una notte di neve senza luce a scavare stanchezza cercavo a tentoni la tua anima liquida un caffè per assopire la morte




nel tuo nome e di mille come te basta arrugginirsi il cuore in frammenti H ci distrugge nervino ci fa di sale mano dolore                      no più gabbie di tortore inferocite mano follia e solo col tuo sesso annientato in mille e mille particole d amore ma puttana ho cervello che risucchia tempi e temi e fiabe di padri macellati                        dinosauri pietosi ioamebaioserpeiopesceiocoralloioterraio e poi no non donna non madre di figli raggomitolati in un ogiva
fuck you mondo di merda agnus homini lupus per lunghe ere astrologiche la pars destruens della collazione all inglese ha seminato ovuli di violenza non bastano stelle-anaconda e verbi suvvia non siamo più bambini sappiamo che le parole non sono le cose tre menti tre non fanno di un vizio un pelo sao ko kelle terre Jamais sono state nostre cui prodest ? un padre borghese basta …

Aida Maria Zoppetti▐ Una storia silenziosa

Immagine
Questa è una storia     del tutto silenziosa     C’è una siepe di senape     che dondola, c’è il sonno     di un’antilope, il volo di un’allodola
    Bzzzz…Un’ape     Psss…. Una nuvola
ricreazioneblog artificiale d'arte e artifizi

Erica Donzella ⁞ Misura la distanza dei miei fianchi

Immagine
fromL

I poeti bevono molto caffè.

Immagine
Legge del caffè I poeti bevono molto caffè. Corollari 1.Anche V.S.Gaudio beve molto caffè, nonostante abbia pubblicato nella collana dei Quaderni della Fenice di Guanda, in cui hanno pubblicato molti poeti della cosiddetta “parola innamorata” che non sanno nemmeno cos'è il caffè. 2.Maurizio Cucchi, che era redattore della collana anzidetta, non beve caffè. 3.Giovanni Raboni, che la dirigeva, beveva molto caffè? 4.Camillo Pennati, ch’era amico di V.S.Gaudio quando lavorava da Einaudi, beveva caffè, nonostante fosse stato all’Istituto Italiano di Cultura a Londra. 5.Loris Maria Marchetti, pur avendo lavorato  all’Utet e al dizionario Battaglia, adora il caffè e i caffè. 6.Sandro Gastaldi anche. 7.Giorgio Bàrberi Squarotti, che dirigeva il Battaglia, beveva molto caffè?  8.Quando si sono conosciuti V.S.Gaudio e Carla Bertola si sono incontrati in un caffè in piazza Vittorio Veneto a Torino. 9.Una volta prendemmo  un caffè in via Manzoni a Milano io, Cesare Ruffato, Domenico Cara, Stefano Lan…